Agricoltura Biologica Storani

Vendita diretta di frutta, verdura e prodotti bio


Lascia un commento

Il cavolo nero e la Ribollita toscana

Cosa si può fare con il cavolo nero di toscana?

Come si usa?

20141019_121309[1]

Innanzi tutto è importante sapere che solo le foglie vanno usate e il gambo va eliminato.

20141019_121608[1]

Il cavolo nero si può cuocere a vapore, in padella o stufato ma ‘la morte sua’ è sicuramente nella Ribollita.

La Ribollita è una zuppa tipica toscana che prende il nome dal fatto che veniva fatta bollire e ribollire a lungo.

È un tipico piatto “povero” di origine contadina che quindi prevede ingredienti semplici e genuini.

La preparazione è abbastanza semplice ma necessita di molto tempo.

Questa è la ricetta che ci è stata confidata da un vero toscano…

 

LA RIBOLLITA TOSCANA

Ingredienti per 4 persone

  • 4 fette di pane toscano raffermo
  • 8 foglie di cavolo nero
  • 1/4 di cavolo verza
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 200 g di pomodori (oppure salsa di pomodoro)
  • 100 g di fagioli cannellini secchi
  • 1 costola di sedano
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Tempo di cottura: 3 ore

Cuocete i fagioli dopo averli tenuti a bagno una notte (non buttate l’acqua di cottura).

Mettete in una pentola molto ampia la cipolla tritata, la carota e il sedano con l’olio d’oliva e fate andare a fuoco basso.

Nel frattempo lavate la verza e tagliatela a pezzetti, quando gli ingredienti saranno stufati aggiungete il cavolo verza e un po’ di acqua di cottura dei fagioli.

Nel frattempo pulite il cavolo nero eliminando le costole centrali.

Lavate e tagliate a pezzetti il cavolo nero.

Quando la verza è appassita aggiungete nella pentola il cavolo nero.

Schiacciate con una forchetta i fagioli (la maggior parte dovranno essere ridotti in crema) e aggiungeteli.

Aggiungete i pomodori e, se necessario, l’acqua di cottura dei fagioli alla zuppa e fate bollire ancora.

Dopo che la zuppa avrà bollito per almeno 2 ore prendete il pane raffermo e disponetelo su di un’altra pentola.

Versate sopra il pane un po’ di zuppa, poi ancora un po’ di pane e ancora zuppa procedendo per strati.

Lasciate riposare ed inzuppare il pane e riaccendete il gas a fiamma bassissima (per non far attaccare il tutto) e iniziate a mescolare; se necessario aggiungete un altro romaiolo di minestrone con il suo brodo, continuate a girare e far ribollire fino ad ottenere una crema morbida ed omogenea.

La ribollita è pronta!

Buon appetito!

 

20141019_163704[1]


Lascia un commento

I baci di dama

E’ arrivato l’autunno e, tra i frutti che ci porta, ci sono anche le nocciole.

20140928_130436[1]

Oggi mi sono cimentata per la prima volta con un dolce che ha alla base proprio questo frutto di stagione.

Come primo tentativo è stato un successone! Questi dolci sono veramente semplici da fare e sono ottimi!

Ovviamente le nocciole vengono dal nostro frutteto.

Ecco a voi….

 

I BACI DI DAMA

(Dose per circa 30 baci)

  • 230 g di farina oo
  • 100 g di burro
  • 80 g di zucchero bianco
  • 110 g di zucchero semolato
  • 50 g di nocciole
  • 30 g di mandorle spellate
  • un uovo
  • 70 g cioccolato

20140928_172915[1]

Passate nel mixer (frullatore) le nocciole e le mandorle spellate in modo da ottenere una farina.

Mettete in una ciotola la farina 00 setacciata, la farina di nocciole  e i due tipi di zucchero. Mescolate con una frusta o con una forchetta.

Quando le polveri saranno amalgamate, versate il burro a temperatura ambiente tagliato a pezzetti e iniziate ad impastare con le mani.

In una ciotolina sbattete l’uovo con il sale e aggiungetelo al composto.

Trasferite ora il composto su una spianatoia leggermente infarinata e impastate con le mani fino ad ottenere un panetto compatto.

Mettete il panetto in frigorifero a riposare almeno per un’ora avvolto nella pellicola.

Trascorso il tempo necessario estraete l’impasto dal frigo, formate delle palline della grandezza di una piccola noce e ponetele su una  teglia ricoperta di carta da forno.

Mettere nuovamente le palline in frigorifero per almeno 30 minuti. Poi cuocete il tutto in forno  preriscaldato a 180° per 20-22 minuti.

Quando i baci sono cotti potete preparare il cioccolato per la farcitura.Fate sciogliere il cioccolato e mettetelo in una sac-à-poche, stendetene un po’ sulla parte piatta di una pallina, quindi richiudete con un’altra pallina.

Completati i baci di dama alle nocciole, poneteli su una gratella; quando il cioccolato si sarà asciugato, i biscottini resteranno uniti e saranno pronti da gustare!

20140928_172735[1]


Lascia un commento

La torta di carote

Le carote fanno bene per un sacco di motivi: aiutano ad abbronzarsi (ok magari ora è un po’ tardi per questo), contengono antiossidanti, proteggono lo stomaco, contengono la vitamina C quindi aiutano il sistema immunitario e sono ricche di calcio e ferro.

Oltre ad essere buone per la nostra salute sono buone anche per le nostre papille gustative…ok la carota lessa magari non è il massimo ma la torta di carote è tutta un’altra storia…

20140914_181109[1]

Torta di Carote Bio

Ingredienti

  • 300 g di farina
  • 100 g di mandorle tritate (farina di mandorle)
  • 150 gr di zucchero
  • 300 g di carote
  • 3 uova
  • 100 ml di olio di semi di girasole
  • 1 bustina di lievito

 

Procedimento

Pulite e grattugiate finemente le carote o, se preferite fare più velocemente,  tritatele con un mixer (io ha fatto così).

Frullate le mandorle fino a ridurle a farina.

In una terrina montate le uova con lo zucchero.

Aggiungete pian piano, tutti gli ingredienti.  Iniziate con le carote e l’olio, quindi proseguite con la farina setacciata, il lievito, la farina di mandorle e la vanillina. Amalgamate per bene e versate l’impasto in una teglia di circa 22 cm precedentemente imburrata e infarinata.

Cuocete a 180° per 40 minuti circa.


Lascia un commento

Focaccia di Ceci

I legumi, si sa, fanno bene alla salute. Il nostro cece poi è anche buono! Forse non tutti sanno che con questo legume si può preparare una focaccia morbida e golosa.

Ingredienti:

400 gr di ceci

25 gr lievito di birra

500 gr di farina

sale q.b.

zucchero q.b.

 
Ecco la Ricetta:
Frullare i ceci lessato con un po’ del suo brodo.
Aggiungere 250 gr di acqua, il lievito di birra, la farina, sale e un pizzico di zucchero.
Impastare e lasciare lievitare 1 ora; l’ impasto deve risultare molto morbido e un po’ appiccicoso.
Stendere su una teglia coperta con carta forno, eventualmente ungersi le mani e lasciare lievitare un’altra ora.
Cuocere in forno già caldo a 180 gradi per 30-40 minuti.
Lasciar freddare nella teglia.
La focaccia è ottima farcita con verdure o affettati o mangiata da sola come sostituito del pane!


Lascia un commento

Gli gnocchi di nonna Ivana

Ecco la ricetta degli gnocchi fatti con le nostre patate e conditi con il sugo dei nostri pomodori!

Le nostre patate rosse sono particolarmente indicate per la preparazione degli gnocchi.

Enjoy!

20140831_125254[1]

Ingredienti per 4 persone:

1 Kg di patate biologiche (le nostre ovviamente)

1 uovo

500 gr di farina

sale q.b.

 

Preparazione:

La prima cosa da fare è preparare le patate: lavatele e, senza sbucciarle, mettetele in una pentola con dell’acqua salata e lasciatele bollire. Ancora calde, sbucciatele e schiacciatele.

20140831_092418[1]

20140831_094600[1]

Mettetele poi su un piano di lavoro e aggiungete un pizzico di sale, la farina e impastate il tutto fino ad ottenere un composto compatto ma allo stesso tempo soffice. A questo punto aggiungete un uovo e continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto senza grumi e compatto.

20140831_122551[1]

 

Dopo di che, dividete l’impasto in tanti filoni dello spessore di 2-3 centimetri e iniziate a tagliare i vostri gnocchi riponendoli su una superficie o un vassoio infarinato.

20140831_122943[1]

 

20140831_123314[1]

A questo punto gli gnocchi sono pronti per essere cotti e mangiati! Noi ci abbiamo messo il sugo del nostro pomodoro ma posso essere conditi in mille modi diversi!

Buon appetito!

 

 


2 commenti

Biscotti ripieni alla marmellata

Ecco una ricettina facile e veloce  per fare dei biscottini ripieni di marmellata fatta in casa.

In questo caso ho usato due tipi di marmellata: di mele cotogne e di pesche.

La frutta per le marmellate è, ovviamente, bio e proveniente dalla nostra campagna!

20140823_162334

 

Biscotti alla marmellata

Questi biscottini sono a base di pasta frolla, la stessa che si usa per fare la crostata.

 

Per la pasta frolla:

1 uovo intero

1 tuorlo

100 gr di burro

100 gr di zucchero

300 gr di farina

1/2 cucchiaino di lievito per dolci

buccia di un limone grattugiata

 

Per fare la pasta frolla bisogna unire lo zucchero e il burro fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungere poi le uova, la buccia di limone grattugiata, la farina e, in ultimo, il lievito per dolce.

Quando avete ottenuto una pasta morbida e liscia lasciatela riposare in frigo per almeno 30 minuti (meglio se la si lascia 2/3 ore).

A questo punto potete iniziare a fare i vostri biscotti.

Tipi diversi di biscotti faranno certo un figurone, vi consiglio, dunque, di farne alcuni con la pasta frolla al cacao (basta aggiungere agli ingredienti del cacao in polvere).

Ecco 2 modi per farcirli:

1) Fate delle piccole palline con la pasta frolla e poi schiacciatele in modo da ottenere un disco di pasta.

Mettete all’interno un cucchiaino di marmellata e piegate il disco di pasta come una mezza luna.

Fate attenzione a chiudere bene la mezza luna in modo che non esca la marmellata.

20140823_151950

 

2) Fate due dischi di pasta, nel primo disco mettete un cucchiaino di marmellata.

20140823_150306

 

Appoggiate sopra il secondo disco e fate pressione intorno alla marmellata in modo da fare unire i due dischi.

20140823_150331

Prendete una formina rotonda oppure un bicchierino e, facendo pressione, tagliate il disco.

20140823_150357

 

Con la stessa pasta potete fare anche dei semplici biscotti rotondi o di  forme diverse.

Ora una spolveratina di zucchero a velo ed ecco il risultato!

20140823_161833

 

Buon appetito!


Lascia un commento

I pomodori arrosto

Se c’è una cosa a cui non si puo’ resistere sono i pomodori arrosto di stagione. Lo stesso procedimento si puo’ usare anche per i peperoni, le melanzane e le zucchine.

 

Di seguito la ricetta senza le quantità e le persone. Considerate che in una teglia da forno quadrata classica vanno circa 7 pomodori San Marzano medi. Per quante persone possano bastare queste quantità dipende… a casa mia una teglia intera si fa fuori in 2 persone!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ingredienti:

Pomodori maturi

Molliche di pane

Prezzemolo

Aglio

Olio

Sale

 

Procedimento:

Lavate, tagliate a metà i pomodori e togliete i semi. Vanno bene sia quelli di forma allungata (San Marzano) o rotonda purché siano belli maturi.

A parte preparate le molliche di pane a cui va aggiunto il prezzemolo e l’aglio tritati, l’olio e il sale. La quantità degli ingredienti è soggettiva: io adoro l’aglio quindi ne metto anche due o tre spicchi per una teglia di pomodori ma ognuno puo’ regolare la quantità a seconda del gusto personale.

Prendete una teglia da forno e , dopo averla foderata con la carta da forno, sistemare i pomodori tagliati a metà con la parte tagliata verso l’alto.

Riempite i pomodori con il composto di mollica di pane, prezzemolo, aglio, olio e sale. Più mollica mettete più saranno buoni.

Infornate a 180° per circa un ora.

 

Buon appetito!


Lascia un commento

Perché le nostre patate sono rosse?

Nella nostra azienda coltiviamo, prevalentemente, patate rosse. Ecco perché.

 

1) Le patate rosse sono meno soggette agli attacchi dei parassiti e alle malattie quindi, non necessitando di trattamenti, sono l’ideale per l’agricoltura biologica.

2) Hanno un gusto ottimo e una croccantezza uniche quando vengono tagliate sottilissime e fritte.

3) Sono ottime per tutte le preparazioni tradizionali.

4) Ma soprattutto mamma ci fa gli gnocchi che sono la fine del mondo quindi perché coltivare altro?

 

Le patate rosse che coltiviamo sono di due qualità:

QUALITA’ DESIREE  particolarmente farinose, sono una prelibatezza sia fritte che bollite. Le Patate Désirée hanno la buccia rossa e la polpa gialla. Questa patata si conserva bene, ha una produzione abbondante e resiste alle malattie del tubero.

QUALITA’ LAURA  si presenta con una forma tonda, una buccia irregolare rossa e un colore giallo intenso. Con questa patata si possono realizzare patate fritte, patate al forno, gnocchi, piatti in umido.

 

Se volete assaggiare queste delizie…contattateci!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA


Lascia un commento

Che cos’è un GAS?

Quando ho detto a mamma che avremmo lavorato con i GAS lei è rimasta un po’ stupita e mi chiesto ‘come col gas?’, ‘che c’entra il gas con il biologico?’.

Ho capito subito che urgeva una spiegazione.

GAS (con tutte le lettere maiuscole) è un acronimo che sta per Gruppo di Acquisto Solidale. Questi sono gruppi spontanei che nascono dalla voglia di applicare i principi di equità, solidarietà e genuinità ai propri acquisiti.

I criteri che guidano la scelta dei fornitori (pur essendo differenti da gruppo a gruppo) in genere sono: qualità del prodotto, dignità del lavoro, rispetto dell’ambiente. In genere i gruppi pongono anche grande attenzione ai prodotti locali, agli alimenti da agricoltura biologica e agli imballaggi a rendere.

La struttura dei GAS è altamente flessibile e articolata come anche l’organizzazione degli acquisti e delle comunicazioni interne e cambia in base, ad esempio, al numero o alla tipologia dei partecipanti, al luogo o alle scelte del Gruppo.

Questi gruppi, nati agli inizi degli anni ’90 in Emilia Romagna, sono ora presenti su quasi tutto il territorio nazionale e si sviluppano sempre di più poiché sono in grado di creare circoli virtuosi sul territorio grazie alla loro politica.

Per poter far parte di questi gruppi basta informarsi sulla presenza nel proprio territorio e contattare i membri attivi. Spesso le persone che  ‘lavorano’ nel GAS sono volontari che lo fanno per l’amore del mangiar sano e del rispetto dell’ambiente.

Anche Montecassiano ha il suo Gruppo di Acquisto Solidale: il MonteGASsiano.

Per avere informazioni sul gruppo: https://www.facebook.com/groups/226141207486422/?fref=ts

http://montegassiano.wordpress.com/

OLYMPUS DIGITAL CAMERA   OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cestini pronti per essere consegnanti al gruppo di acquisto MonteGASsiano.