Agricoltura Biologica Storani

Vendita diretta di frutta, verdura e prodotti bio


Lascia un commento

Tortelli di Zucca

Oggi Tortelli di Zucca!

ravioli

Le nostre zucche sono buonissime ma forse un po’ grandine da mangiare in un colpo solo, se non riesci a mangiarne una intera puoi usarla per fare degli ottimi tortelli di zucca (magari da congelare per le grandi occasioni). Ecco come si fa:

Ingredienti per 4 persone affamate o per 5 persone a dieta o che mangiano poco:

 

Per il ripieno

Mezza zucca di Chioggia

100 gr di parmigiano grattugiato

Olio Evo q.b.

Pepe

Noce moscata

Pinoli (opzionale)

 

Per la pasta all’uovo

4 uova

400 gr di farina

 

Procedimento:

Fate cuocere la zucca tagliata a pezzettini in forno a 200° per circa 30 minuti. Quando sarà bella morbida mettete i pezzettini di zucca in una ciotola e schiacciatela con una forchetta. Aggiungete alla zucca il parmigiano, il pepe, la noce moscata e i pinoli (se volete), mescolate bene fino ad ottenere un bel composto omogeneo. Il vostro ripieno è pronto! Più o meno dovrebbe essere così, cremoso e dal colore poco invitante (ma fidatevi che è buono!):

ripieno

Tirate la pasta all’uovo e componete i vostri tortelli. Non mi dilungo su come fare a tirare la pasta al’uovo… dovreste parlare con un’emiliana non con una marchigiana!

Vi assicuro però che i tortellini sono buonissimi!

 


Lascia un commento

Hummus di ceci

hummus1

Oggi mi sono cimentata in una ricetta tipica mediorientale, ne esistono mille varianti ma qui ho usato tutti ingredienti tipici della nostra tradizione marchigiana e facilmente reperibili. L’ hummus è buonissimo, semplice da preparare e va bene in tutte le stagioni! Si può mangiare con verdure fresche o sul pane, può essere un antipasto o un secondo e, cosa importantissima per me, il tempo di esecuzione è di 10 minuti (20 se volete fare le cose con calma ma non di più).

L’ingrediente base per la ricetta sono i nostri meravigliosi ceci bio selezionati a mano (non è un modo di dire sono VERAMENTE puliti e controllati a mano) che vanno tenuti in ammollo per 8-10 ore e poi cotti per circa un’ora in abbondante acqua salata.

Ingredienti

500 gr di ceci cotti 

50 gr di semi di sesamo

1 limone

1 spicchio d’aglio

olio di oliva EVO

sale 

Procedimento: 

Mettere i semi di sesamo in un padella e lasciarli tostare per 3 minuti (non si devono bruciare!). Metterli in un frullatore con un cucchiaio di olio di oliva.

Aggiungere nel frullatore i ceci, uno spicchio di aglio e  il succo del limone. Se il composto è troppo duro potete aggiungere acqua calda o altro olio.

Mettere il composto in una terrina e aggiungere sale e pepe a piacimento.

L’ hummus è pronto! Facilissimo no?

Varianti: al posto dell’olio di oliva è possibile usare olio di sesamo (si trova nei negozi etnici e in alcuni supermercati). Potente aggiungere anche del prezzemolo tritato o della menta fresca (io la preferisco in estate ma de gustibus…). Se vi piacciono le spezie potete aggiungere cumino, paprika, curcuma o peperoncino in polvere (io lo preferisco con un po’ di curcuma che da anche un bel colore giallo vivace, anche l’occhio vuole la sua parte).

Consigli: si può congelare quindi, se le quantità vi sembrano eccessive, potete metterlo via per i giorni di magra.

Se mangiate fuori a pranzo l’ hummus con le verdure fresche è un pranzo perfetto per il lavoro, facile da trasportare e bilanciato dal punto di vista nutrizionale.

hummus-2

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

COMPRARE BIO E’ BELLO MA…ATTENTI ALL’IMMONDIZIA!

In questi caldi giorni primaverili in azienda ci si da un gran da fare per portare avanti tutte le colture estive. Siccome però le primizie ancora non sono molto abbondanti, anche noi a volte, come tutti i comuni mortali, ci ritroviamo ad acquistare verdura e soprattutto frutta nei negozi. Ovviamente anche da consumatori scegliamo il biologico, e  proprio questo ci porta a fare una riflessione. I negozi cosiddetti “convenzionali”, ovvero non in possesso di una certificazione specifica per vendere biologico al dettaglio, sono costretti a vendere bio soltanto confezionato. Ed ecco qua che se vogliamo portarci a casa frutta e verdura senza residui di pesticidi o concimi chimici, nella busta della spesa (ovviamente riciclata!) finisce pure tanta immondizia, tra vaschette di carta, contenitori di plasica e cellophane. Facendo un rapido ed approssimativo calcolo, possiamo dire che per ogni kg di merce acquistata, vengono prodotti circa 20-25 gr di immondizia, che non è poco. Come fare ad ovviare a questo inconveniente non proprio insignificante, se non si abita nelle vicinanze di negozi certificati bio (che quindi possono vendere anche sfuso)? Una soluzione è quella di acquistare direttamente dal produttore. Chi sceglie aziende come la nostra infatti sa che oltre ad avere prodotti genuini ed esclusivamente stagionali, riduce anche l’impatto ambientale e la produzione di immondizia. Oppure ci si può iscrivere ad un g.a.s. (gruppo di acquisto solidale) dove, oltre a scegliere prodotti biologici e a filiera corta, i soci sono attenti a riciclare di tutto, dalle cassette di legno e plastica ai contenitori per le uova. La nostra azienda rifornisce da quasi un anno il gruppo di acquisto monteGASsiano, se volete informazioni o state pensando di iscrivervi, visitate il sito http://www.montegassiano.it.


Lascia un commento

Le uova biologiche

Vi presentiamo le nostre nuove collaboratrici:

DSCF2170

Queste gallinelle sono le nostre produttrici di fiducia di uova biologiche certificate.

Lui è il galletto del pollaio ma ha un carattere un po’ troppo timido e non sembra proprio il tipico galletto…

DSCF2152

Le nostre gallinelle sono allevate in ampie gabbie a terra (per proteggerle dai predatori), ogni settimana queste gabbie vengono spostate per dare loro la possibilità di razzolare in prati sempre nuovi.

DSCF2156

Si nutrono di  erba fresca e mangimi rigorosamente bio.

Dalle loro gabbie possono ammirare anche romantici tramonti con il campanile di Montecassiano, ma loro non sembrano esserne molto interessate…

DSCF2223                DSCF2227

Per gustare le loro uova contattateci!

DSCF2165


Lascia un commento

Le patate con la giacca (Jacket Potato)

Le Jacket Potato (o baked poteto) sono una specialità molto british! Certo da quelle parti non hanno verdure buone e saporite come le nostre ma sanno come arricchire il sapore dei loro piatti e sopratutto, bisogna riconoscerlo, sono dei maghi nel cucinare le patate!

La particolarità di questa ricetta è il fatto che la patata viene lasciata con la sua buccia (la giacca appunto!) e quindi è necessario avere una patata non trattata e biologica!

Questa ricetta è un rivisitazione dell’originale. Ovviamente, partendo dalla base di patata al forno, si possono condire in mille modi diversi. Io ho aggiunto l’Asiago  e lo Speck (la ricetta più british prevederebbe il ceddar e la pancetta!) ma si possono aggiungere fagioli, riso, uova, salsiccia o solo un po’ di burro.

In queste seratine invernali una bella Jacket Potato è proprio quello che ci vuole…

patata cotta

Ingredienti per 4 persone (1 patata a testa):

  • 4 patate medie
  • 80 g di formaggio a tocchetti (tipo Asiago)
  • 20 g Speck a tocchetti
  • Olio extravergine di oliva qb
  • Sale grosso qb
  • Un pizzico di sale fino
  • Pepe qb

 

Procedimento

Per preparare ‘le patate con la giacca’ iniziate spazzolando accuratamente la buccia delle patate; sciacquatele poi sotto l’acqua corrente e asciugatele con un foglio di carta da cucina e strofinandole bene.

Spennellate le patate con un po’ di olio su tutta la superficie e cospargetele con un po’ di sale grosso  intorno (questa operazione farà diventare la buccia delle jacket potato croccante).

Mettetele su una teglia coperta di carta da forno e cuocetele nel forno già caldo a 180° (statico) per 45-50 minuti. Estraetele dal forno quando saranno tenere (testatele infilandoci uno stecchino o una forchetta).

Sfregatele velocemente con un foglio di carta da cucina in modo da eliminare il sale in eccesso. Incidetele con un coltello formando una croce, senza però aprirle fino in fondo. Con un cucchiaino o uno scavino prelevate parte della polpa e mettetela in una ciotola.

procedimento

Aggiungete alla polpa della patata nella ciotola i tocchetti di formaggio e i pezzettini di speck. Mescolate bene e aggiungete il sale e il pepe.

Farcite le jacket potato con questo composto e infornatele nuovamente per 5/10 minuti, magari accendendo il grill, in modo che la parte in alto risulti croccante.

Buon appetito!

 

 


Lascia un commento

Che cos’è un GAS?

Quando ho detto a mamma che avremmo lavorato con i GAS lei è rimasta un po’ stupita e mi chiesto ‘come col gas?’, ‘che c’entra il gas con il biologico?’.

Ho capito subito che urgeva una spiegazione.

GAS (con tutte le lettere maiuscole) è un acronimo che sta per Gruppo di Acquisto Solidale. Questi sono gruppi spontanei che nascono dalla voglia di applicare i principi di equità, solidarietà e genuinità ai propri acquisiti.

I criteri che guidano la scelta dei fornitori (pur essendo differenti da gruppo a gruppo) in genere sono: qualità del prodotto, dignità del lavoro, rispetto dell’ambiente. In genere i gruppi pongono anche grande attenzione ai prodotti locali, agli alimenti da agricoltura biologica e agli imballaggi a rendere.

La struttura dei GAS è altamente flessibile e articolata come anche l’organizzazione degli acquisti e delle comunicazioni interne e cambia in base, ad esempio, al numero o alla tipologia dei partecipanti, al luogo o alle scelte del Gruppo.

Questi gruppi, nati agli inizi degli anni ’90 in Emilia Romagna, sono ora presenti su quasi tutto il territorio nazionale e si sviluppano sempre di più poiché sono in grado di creare circoli virtuosi sul territorio grazie alla loro politica.

Per poter far parte di questi gruppi basta informarsi sulla presenza nel proprio territorio e contattare i membri attivi. Spesso le persone che  ‘lavorano’ nel GAS sono volontari che lo fanno per l’amore del mangiar sano e del rispetto dell’ambiente.

Anche Montecassiano ha il suo Gruppo di Acquisto Solidale: il MonteGASsiano.

Per avere informazioni sul gruppo: https://www.facebook.com/groups/226141207486422/?fref=ts

http://montegassiano.wordpress.com/

OLYMPUS DIGITAL CAMERA   OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cestini pronti per essere consegnanti al gruppo di acquisto MonteGASsiano.